Pasta ncasciata alla siciliana ricetta Montalbano

La ricetta della pasta 'ncasciata siciliana è, sfidiamo chiunque a non saperlo, il piatto preferito dal commissario Montalbano. Primo al forno della cucina sicula, è una preparazione ricca ed appagante che spesso trova spazio nell'ambito del menù del pranzo della domenica: impossibile resisterle.

Pasta ncasciata alla siciliana, la ricetta originale

Mai come in questo caso è impossibile definire quale sia la ricetta originale della pasta ncasciata. Esistono non solo talmente tante varianti, ma anche solo sfumature del piatto (tra la messinese, la ragusana o quella che si gusta a Palermo con gli anellini) che sarebbe un’impresa troppo ardua azzardarsi a sceglierne una su tutte. Ma è quello che dobbiamo fare dando la precedenza ad una delle versioni più diffuse.

Ecco come preparare la pasta ncasciata alla siciliana in poche e semplici mosse con ingredienti comuni e facilmente reperibili (anche su Sicilyaddict, dove potete acquistarli di qualità). Qualche esempio? I rigatoni di grano duro, il formato perfetto per questa ricetta; la passata di pomodoro, dolcissima per sughi eccezionali, ed ancora il salame di suino nero dei Nebrodi e il vino bianco biologico perfetto per un ragù gustoso.

Come preparare la pasta al forno ncasciata alla siciliana

Le impressioni che la ricetta di Camilleri suscita nel commissario Montalbano quando gusta la pasta ncasciata preparata dalla sua Adelina, basterebbero da sole a spingerci a correre in cucina e cimentarci in questa delizia. Dunque, se non l’avete mai assaggiata (non sapete cosa vi perdete), provatela assolutamente.

 Gli ingredienti

  • 1/2 kg di pasta corta rigata
  • 3 melanzane medie
  • 200 g di carne macinata di manzo
  • 750 ml di passata di pomodoro
  • 1 cipolla piccola
  • 4 uova sode
  • 200 g di salame
  • 250 g di formaggio tuma
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • grana grattugiato qb
  • olio di oliva qb
  • sale e pepe

La preparazione

  1. Preparate il ragù: tritate la cipolla, fatela rosolare in un tegame con dell’olio fino a quando sarà appassita.
  2. Unite la carne macinata, fatela rosolare bene, quindi bagnatela con il vino bianco e fatelo evaporare.
  3. Unite adesso la passata di pomodoro, salate e pepate e fate cuocere su fiamma bassa per circa 45-50 minuti.
  4. Nel frattempo, tagliate le melanzane a cubetti e cospargetele di sale grosso. Mettetele in uno scolapasta e copritele con un peso, quindi fatele riposare un’ora.
  5. Trascorso questo tempo, strizzatele e fatele friggere in abbondante olio di oliva. Tagliate il formaggio e il salame a cubetti.
  6. Fate cuocere la pasta al dente, scolatela e conditela con il ragù. Unite il salame, le uova sode a fettine, il formaggio tuma, le melanzane fritte ed amalgamate bene.
  7. Versate nella teglia, livellate bene e coprite a piacere con del grana grattugiato. Fate cuocere in forno caldo a 180 gradi per 20 minuti.

Pasta ncasciata vegetariana

Nonostante sia difficile da credere, esiste anche una versione vegetariana della pasta ncasciata, che si prepara con i cavolfiori. Nulla vieta, ovviamente, di realizzarla sulla falsariga di questa eliminando il ragù e il salame. Se si preferisce, si possono unire delle zucchine fritte alle melanzane, ma pensiamo che, tutto sommato, sia abbastanza ricca anche senza.

Photo | Via Flickr di Sebastian Mary

Cucina sicilianaPastaRicette siciliane

Lascia un commento

Tutti i commenti saranno moderati prima di essere pubblicati

In evidenza questa setitmana