Gelo di melone ricetta siciliana

Granita e brioche col tuppo non sono le sole ricette siciliane amate in estate. Tra queste spicca anche quella del gelo di melone. Se i siculi non avranno difficoltà nel capire di cosa si tratti, chi abita al di fuori dell’isola potrebbe essere tratto in inganno. Il gelo di melone è una ricetta siciliana originale a base di anguria (e non, quindi, di melone) che si presenta come un dolce al cucchiaio simile ad un budino.

Bello alla vista, gradevole al palato, è uno dei dolci con l’anguria da poter realizzare durante la bella stagione. Una curiosità: gelo di mellone (con due elle, sì) è l’altro nome con il quale potreste sentirlo nominare. Deriva dall' italianizzazione del termine muluni (proveniente dal dialetto siculo utilizzato per indicare l’anguria).

Le origini del gelo di melone

Il dolce è stato probabilmente ideato durante la dominazione araba in Sicilia o, secondo un’altra tesi, dalla popolazione arbëreshë che si insediò nell’entroterra palermitano. Non a caso il gelo di anguria è particolarmente diffuso proprio nella provincia palermitana. Nella città è legato al celebre Festino di Santa Rosalia, nell’ambito del quale è considerato il dolce tradizionale.

La ricetta siciliana del gelo di melone

Il gelo di melone siciliano è semplice da preparare in casa e non richiede che pochi ingredienti tra anguria, zucchero e amido. Se questi sono fondamentali per la sua buona riuscita, altrettanto indispensabili sono i fiori di gelsomino, le gocce di cioccolato e la granella di pistacchio che, oltre a regalare un tocco croccante, donano un aspetto super accattivante ed un aroma inconfondibile.

Ingredienti

Preparazione

  1. Passate l'anguria al setaccio per ottenerne il succo eliminando le fibre. Filtratelo per eliminare i semi e trasferitelo in una pentola capiente mescolandolo man mano con l’amido.
  2. Unite lo zucchero e i fiori di gelsomino. Accendete la fiamma e fate cuocere, fino a quando il composto sarà diventato vischioso.
  3. Prelevate i fiori di gelsomino, allontanate dalla fiamma e fate raffreddare.
  4. Una volta tiepido, unite le gocce di cioccolato e distribuite il composto nelle coppette.
  5. Fare raffreddare il gelo di anguria a temperatura ambiente, poi in frigo, quindi decorate con una spolverata di cannella, altre gocce di cioccolato e la granella di pistacchio prima di servire.

Il gelo di melone e le sue varianti

Oltre il gelo di cocomero, è possibile gustare numerose varianti del dolce. Che, tra parentesi, costituisce spesso il ripieno di golose crostate. Limone, arancia, mandarino, mandorle: il gelo siciliano sa abbracciare le materie prime stagionali come poche altre preparazioni. Il consiglio spassionato è quello di provarli tutti.

Lupus Italicus, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Tutti i commenti saranno moderati prima di essere pubblicati

In evidenza questa setitmana