Tiramisù al pistacchio di Bronte Dop

Tiramisù al pistacchio di Bronte Dop Presidio Slow Food

 

Se cucina e gastronomia sono la tua passione conoscerai senz’altro il tiramisù, un dolce unico in grado di soddisfare qualunque palato e di regalare fantastici momenti in compagnia.

In questo articolo scoprirai come preparare una versione un po’ diversa e molto particolare del tiramisù che ti permetterà di stupire parenti e amici.

Sto parlando del Tiramisù al Pistacchio (con Pistacchio di Bronte).

Devi sapere che questo frutto secco è eccezionale sia per il suo gusto che per le sue qualità. Proprio per questo motivo il Pistacchio di Bronte non solo ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta (DOP) ma è anche Presidio Slowfood.

Pistacchio di Bronte: Storia e Benefici

Pistacchio di Bronte Dop presidio Slow food

Il Pistacchio di Bronte è una variante molto amata e estremamente ricercata del classico pistacchio.

Questa tipologia di pistacchio è arrivata nell’antichità, portata proprio da quei popoli che un tempo abitavano le terre della Sicilia.

Origini e Storia del Pistacchio di Bronte

Questa tipologia della pianta che dà vita al pistacchio fu portata in Sicilia dalla Persia e dalla Turchia, zone in cui questo tipo di pistacchio cresceva.

Nel corso degli anni furono proprio gli Arabi, dopo aver tolto la Sicilia ai Bizantini, a scoprire che questa pianta cresceva in modo estremamente rigoglioso sui versanti dell’Etna.

Da allora la fama del Pistacchio di Bronte è cresciuta anno dopo anno, diventando un prodotto molto importante per Bronte e per i suoi abitanti.

Negli ultimi anni la richiesta del Pistacchio di Bronte e il suo valore di mercato sono cresciuti tanto da fargli guadagnare il soprannome di "Oro Verde della Sicilia".

 

Benefici del Pistacchio di Bronte

Il Pistacchio di Bronte è da sempre conosciuto per via dell’estrema qualità della sua coltivazione e dei sapori che è in grado di regalare ai propri piatti.

Ma il mondo dei pistacchi contiene incredibili benefici per il corpo umano, rendendo il Pistacchio di Bronte un alimento molto utile per l’organismo.

Il Pistacchio infatti grazie al suo contenuto ricco di elementi benigni ci aiuta a:

  • proteggere il cuore e abbassare il colesterolo cattivo grazie al contenuto di fitosteroli, grassi monoinsaturi e Vitamina E.
  • prevenire i tumori grazie all'elevato contenuto di antiossidanti
  • proteggere la vista e la salute del nostro sistema nervoso grazie alla vitamina B6 (importante per i neuroni)
  • proteggere la nostra pelle dalle radiazioni UV, combattere l'invecchiamento e la pelle secca grazie alla vitamina E
  • combattere il diabete abbassando i livelli di glucosio e insulina.

Pistacchio di Bronte Dop Presidio Slow Food

Ricetta del Tiramisù al Pistacchio di Bronte

Quando parliamo di dessert il Tiramisù è forse l'unico in grado di rendere felici un po’ tutti. Potremmo dire che con questo dolce è difficile sbagliare.

In questo post scoprirai l'esatto procedimento per preparare una variante particolare di questo famoso dolce con cui potrai stupire davvero tutti: il Tiramisù al Pistacchio di Bronte.

Ingredienti di un Tiramisù per 4 coppette H3

  • Pistacchi di Bronte: 40 g
  • Tuorli (circa 2): 40 g
  • Acqua: 30 g
  • Savoiardi: 8
  • Caffè: 70 g
  • Granella di Pistacchi: 10 g
  • Olio di sesamo: 20 g
  • Zucchero: 80 g
  • Mascarpone: 300 g
  • Cacao amaro in polvere q.b.
  • Acqua a temperatura ambiente: 30 g

Come Preparare il Tiramisù al Pistacchio di Bronte: Procedimento.

Preparare il tuo Tiramisù al Pistacchio di Bronte è davvero semplice. Infatti qui di seguito trovi l’esatto procedimento da seguire passo-passo.

  1. Ponete i pistacchi in un mixer e frullateli finché non diventano una polvere. Dopo versate l'olio di sesamo un po' alla volta. 
  2. continuate a frullare fino a quando il contenuto non diventa cremoso.
  3. preparate il caffè con la moka e lasciatelo raffreddare.
  4. Mettete sul fuoco un pentolino con il fondo spesso e versate l'acqua e lo zucchero.
  5. fate bollire tenendo d'occhio la temperatura con un termometro alimentare. Quando la temperatura raggiunge i 115°, montate i tuorli a parte con uno sbattitore.
  6. Quando lo sciroppo raggiunge i 121 toglietelo dal fuoco e versatelo a filo nella ciotola dove avete montato i tuorli.
  7. Continuare a montare a bassa velocità finché il tutto non si raffredda e avrà un aspetto spumoso e chiaro (circa 10-15 minuti)
  8. Unite il mascarpone e continuate a sbattere.
  9. Alla fine unite la crema di pistacchi senza spegnere lo sbattitore, fino a quando il tutto non si mischia per bene.
  10. Dividete a metà i savoiardi.
  11. Versate il caffè preparato precedentemente in una ciotola bassa. Stemperatelo con 30 g di acqua a temperatura ambiente.
  12. Adesso siete pronti per comporre il vostro tiramisù.
  13. Prendete 4 coppette da 140 ml ciascuno. Riempite una sac-à-poche e spremete la crema sul fondo del contenitore per costruire il primo strato del tiramisù.
  14. Immergete due metà di savoiardi nella ciotola con caffè e acqua preparata precedentemente.
  15. Posizionate i savoiardi nella vostra coppetta per costruire il secondo strato, successivamente spremete un altro strato di crema.
  16. Spolverate con cacao amaro aiutandovi con un colino. Poi create un altro strato di savoiardi.
  17. Aggiungete un nuovo strato di crema e concludete con un'altra spolverata di cacao amaro e granella di pistacchi.
  18. Lasciate raffreddare in frigo per due ore circa e... buon appetito!

 

Lascia un commento

Tutti i commenti saranno moderati prima di essere pubblicati

In evidenza questa setitmana